Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Per ulteriori informazioni clicca qui.

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTODEI DATI PERSONALI

INFORMATIVA PER IL TRATTAMENTODEI DATI PERSONALI 2

 

A partire dal 25 maggio 2018 è direttamente applicabile in tutti gli Stati membri il Regolamento Ue 2016/679 , noto come GDPR (General Data Protection Regulation) – relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali. Il GDPR nasce da precise esigenze, come indicato dalla stessa Commissione Ue, di certezza giuridica, armonizzazione e maggiore semplicità delle norme riguardanti il trasferimento di dati personali dall’Ue verso altre parti del mondo.

Basandosi sulla premessa fondamentale del GDPR:

La protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati di carattere personale è un diritto fondamentale,

questa Amministrazione comunale si occuperà di assicurare il rispetto dei principi applicabili al trattamento dei dati personali e di adottare le misure che riterrà a ciò più idonee ed opportune.

Come agire per tutelare i tuoi dati personali?

Ogni persona può tutelare i propri dati personali, in primo luogo, esercitando i diritti previsti dagli articoli da 15 a 22 del Regolamento (UE) 2016/679.  

L'interessato può presentare un'istanza al Titolare e al Responsabile dell’esercizio dei diritti dell’Amministrazione comunale, senza particolari formalità (ad esempio, mediante lettera raccomandata, posta elettronica certificata o consegnandola a mano).

All'istanza il Responsabile dell’esercizio dei diritti deve fornire idoneo riscontro. 

I termini per fornire riscontro sono mutati in base al Regolamento (UE) 2016/679 , pertanto a partire dal 25 maggio 2018, il riscontro deve essere fornito:

- senza ingiustificato ritardo, al più tardi entro 1 mese dal suo ricevimento;

- tale termine può essere prorogato di 2 mesi, qualora si renda necessario tenuto conto della complessità e del numero di richieste. In tal caso, il Responsabile dell’esercizio dei diritti deve comunque darne comunicazione all'interessato entro 1 mese dal ricevimento della richiesta. 

Se ritiene che il trattamento dei dati non è conforme alla disposizioni vigenti ovvero se la risposta ad un'istanza con cui si esercita uno o più dei diritti  previsti dagli articoli 15-22 del Regolamento (UE) 2016/679  non perviene nei tempi indicati o non è soddisfacente, l'interessato può rivolgersi all'Autorità Giudiziaria o al Garante per la protezione dei dati personali, mediante un reclamo ai sensi dell'articolo art. 77 del Regolamento (UE) 2016/679 

IL RECLAMO 

Il reclamo al Garante è un atto circostanziato con il quale si rappresenta una violazione della disciplina rilevante in materia di protezione dei dati personali (articolo 77 del Regolamento UE 2016/679).

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito dell’Autorità Garante all’indirizzo www.garanteprivacy.it